Guida all’acquisto

Prima di acquistare un tagliacapelli ci sono sempre dei accorgimento da fare, spesso si opta verso un modello o l’altro semplicemente verificandone il costo, niente di più sbagliato. Accade spesso infatti che per risparmiare si acquista un modello con caratteristiche non adatte a noi e il risultato è semplicemente quello di aver buttato dei soldi e dover ripetere l’acquisto. Qui sotto vi proponiamo usa serie di verifiche da fare prima dell’acquisto, in modo tale da essere completamente soddisfatti.

La confezione

La prima verifica da mettere in atto è cosa offre il kit. Una buona confezione ci offre una vasta gamma di pettini distanziatori, meglio se partono da 3 mm come taglio minimo, quello della lunghezza dipende molto dai vostri gusti e difficilmente superano i 9-12 mm. Se il modello scelto non ha un rifinitore per i contorni deve avere assolutamente delle forbici, meno importante secondo noi è il pettine ma se non ne avete neanche uno in casa è bene che ci sia. Dove riporre il tagliacapelli è molto importante, le soluzioni solitamente sono due: una stazione base o la classica custodia da viaggio. Per quanto riguarda quest’ultima ci sono pochi accorgimenti da fare, meglio se rigida per evitare gli urti, ma l’importante è che entri dentro tutto quello che trovate nella confezione. Mentre per quanto riguarda la stazione base non fidatevi di quelle in cui può entrare solamente il tagliacapelli o ancora peggio di una base troppo stretta e senza stabilità.

Batteria o cavo?

Oramai quasi tutti i prodotti si possono utilizzare sia con cavo che con batteria, ma non è sempre così. Se il prodotto su cui avete messo gli occhi può essere alimentato solo tramite cavo di è bene che questo sia particolarmente lungo, il rischio è quello di trovarsi a radere davanti la presa di corrente o ancora peggio di legarsi come un salame. La batteria invece merita un discorso molto più complesso. La prima cosa da sapere è che esistono 2 tipi di alimentazione, quella a litio e quella Ni-Mh. Solitamente la prima ha il vantaggio di avere performance migliori, soprattuto di mantenerle vive nel tempo. Al contrario la Ni-Mh può avere ottime prestazioni per i primi anni ma perdere vigore con il tempo. Il nostro consiglio è quello di cercare prodotti che hanno un’autonomia di almeno 40 minuti e che i tempi di ricarica non siano eccessivi, ma sappiamo che questi hanno un costo superiore alla media. Un altra verifica importante è quella del led, come minimo deve avere una spia che ci dice quando la ricarica è stata effettuata, ci sono poi display molto più complessi, non sottovalutateli.

Il taglio

Ovviamente il taglio è la cosa più importante, questo dipende da molti fattori e vediamo quali. Prima di tutto un buon tagliacapelli deve avere una forma ergonomica e un manico antiscivolo, non essere troppo grande e il peso rientrare nella media, anche se questo è meno importante perché l’utilizzo non dura mai più di una decina di minuti un quarto d’ora. Praticamente impossibile dirvi qual’è la forma ideale, diciamo solo che la classica a cilindro è sicuramente un buon punto di partenza. I pettini devono avere le punte arrotondate, altrimenti graffiano, mentre per quanto riguarda le dimensioni minime di taglio 1 mm è troppo poco se cercate quell’effetto lametta per camuffare la calvizia. Se non intendete passare del tempo a pulire potete pensare bene di comprare un prodotto che si utilizza anche sotto la doccia o con contenitore, ma non sono poi molti e qualche pelato scappa sempre. Alcuni modelli sono autolubrificanti, ma in generale la manutenzione con l’olio si effettua ogni 2-3 mesi, quindi nulla di così impegnativo.

Abbiamo quindi riassunto quali sono le accortezze da prendere prima di un acquisto, se ancora non avete deciso quale prodotto scegliere vi consigliamo di controllare il nostro sito dove proponiamo una lista ben fornita di recensioni con tutte le caratteristiche descritte finora.

  • Un buon prodotto deve avere
  • Un kit ben fornito
  • Una stazione di base o una custodia
  • Pettini che partono da 3 mm
  • Uso di cavo e batteria (almeno 40 minuti)
  • Testine con punte arrotondate
  • Forma ergonomica e antiscivolo
  • Taglio minimo senza pettine di 1 mm (meglio se inferiore)

I migliori tagliacapelli

Con le informazioni che avete letto nei paragrafi soprastanti, vi sarete sicuramente fatti un’idea più precisa di quale tagliacapelli fa per voi. Se invece siete ancora indecisi, abbiamo creato un’apposita sezione per schiarirvi le idee una volta per tutte, la sezione dei migliori tagliacapelli. Visitatela e scoprite il tagliacapelli adatto alle vostre esigenze!

2 commenti su “Guida all’acquisto

  1. ho 54 anni di solito mi tagliio i capelli in base alla staggione di estate quasi a zero in inverso circa un centimetro e mezzo. cosa mi potete consigliare non vorrei spendere oltre 100 euro. Grazie

Lascia un commento

Hai bisogno di un consiglio?*
Scrivi qui sotto, risponderemo il prima possibile!

*Il nostro sito offre un servizio informativo sugli acquisti: non risponderemo quindi a domande inerenti a problemi di assistenza tecnica o manutenzione.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *